Un antipasto sfizioso che si adatta ad accompagnare moltissimi alimenti, non solo il pane.

La tapenade di olive è un’alternativa al classico e sempre ottimo patè: ha un sapore più ricco dato dalla presenza di capperi, alici, aglio e, per chiudere in freschezza, dall’origano.

Preparate i vasetti, ci metterete talmente poco che non crederete di aver già finito!

INGREDIENTI PER UN VASETTO MEDIO

160 g di olive nere di Gaeta denocciolate

2 cucchiai di capperi sotto sale

4 alici dissalate o sott’olio

mezzo spicchio d’aglio

olio evo qb (almeno mezzo bicchiere)

origano qb

PROCEDIMENTO

Snocciolate le olive e dissalate i capperi risciaquandoli più volte sotto l’acqua corrente.

In un mortaio, oppure con un frullatore, lavorate tutti gli ingredienti aiutandovi aggiungendo l’olio evo a filo, fino ad ottenere una consistenza cremosa.

Aggiungete l’origano solo alla fine secondo i vostri gusti.

Invasate e coprite bene la tapenade con l’olio, quindi avviate il processo di pastorizzazione inserendo i vasetti coperti di acqua in una pentola che porterete a bollore lentamente. Dal bollore lasciate passare circa una ventina di minuti. Se il processo di pastorizzazione non dovesse essere avvenuto per tutti i vasetti, ripetete l’operazione.

…eh sì, avete già finito!

3 Commenti

  1. Terry 26 Novembre 2012 at 13:49

    ottimo davvero!!! ciao Ginger e complimenti per le tue ricette molto molto interessanti, vorrei venire ad una delle degustazoni di dicembre …ti scrivo in privato!

    Rispondi
  2. ilaria 27 Novembre 2012 at 13:02

    ma perché non mi piacciono le olive!? sembra una bomba!

    Rispondi
  3. betti-marta 28 Novembre 2012 at 7:17

    Vi assicuriamo che è ottima!
    Parola di buongustaie, che l’hanno provata da Ginger!!!!!

    Rispondi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.