E così le feste sono passate, portate via come ogni anno da un’Epifania che quest’anno mi ha lasciato però un ricordo speciale.

Quasi fuori tempo massimo rispetto ai tradizionali ingredienti delle festività appena trascorse, ho preparato un antipasto magico con un prodotto altrettanto magico che ha sconvolto le mie papille gustative. Trattasi del salmone affumicato Loch Fyne che Selecta mi ha fatto scoprire. E per prima cosa io voglio dire grazie. Perchè non ho mai assaggiato un salmone affumicato così e io di salmone me ne intendo perchè ne ho mangiato davvero tanto. Adesso ho scelto di limitarne al massimo il consumo dal momento che questo pesce è molto a rischio, ma il salmone Loch Fyne viene da allevamenti scozzesi sostenibili, il che suggerisce che un altro modo di allevare è possibile.

Cotanta meraviglia viene lavorata esclusivamente a mano. Il pesce viene lavato con l’acqua purissima delle Highlands scozzesi, cosparso di sale marino, poco zucchero di canna e poi affumicato con i trucioli del legno delle botti usate per l’invecchiamento del whisky. Il che dà vita a una carne dal sapore delicatissimo, molto elegante e di una morbidezza sorprendente.

Dopo il primo assaggio, per caso mi è caduto l’occhio su del liquore alle arance che avevo preparato da poco e mi è venuta un’idea per preparare uno squisito antipasto che non potete perdervi.

SALMONE AFFUMICATO LOCH FYNE ALLE ARANCE E CIPOLLA ROSSA CARAMELLATA

Ingredienti per 3 persone:

1 filetto di salmone affumicato Loch Fyne da 250 g

1 cipolla rossa

pepe

liquore alle arance

1 cucchiaio di zucchero

acqua qb

.

Procedimento

Ho tagliato il salmone in fette non troppo sottili e le ho messe a marinare per 40 minuti in qualche cucchiaio di liquore alle arance e un pò di pepe.

(Per il liquore ecco cosa occorre:

la scorza di 10 arance non trattate

600 g di zucchero

1 l d’acqua

1 l d’alcool a 90°

Si lavano bene le arance e si usa un pelapatate per ottenerne la scorza senza la parte bianca che è amara. Si mettono le scorze in un contenitore di vetro ermetico e si cospargono con tutto l’alcool. Il tutto deve riposare per 20 giorni al buio e di tanto in tanto va mescolato. Dopo i 20 giorni si aggiunge uno sciroppo – che avrete fatto raffreddare – di acqua e zucchero fatto bollire per 5 minuti. Si mescola bene, si filtra e si imbottiglia il tutto. Abbiate pazienza almeno un mese prima di berlo!)

Nel frattempo ho tagliato la cipolla in fette sottili e l’ho messa in padella con lo zucchero e poca acqua e fatta cuocere incoperchiata e a fuoco dolcissimo per quasi un’ora. Sarà pronta quando risulerà quasi bruna e il liquido sarà evaporato.

Ho preso poi qualche zeste di arancia e ho composto il piatto alternando al salmone le cipolle caramellate e qualche zeste. Ho finito aggiungendo un pò di marinata, pepe e…sono stata felice! Semplicissimo da fare e da amare.

Provare per credere. Parola di Ginger, di Selecta e di Loch Fyne!

E dato che il prodotto è d’eccellenza, il vino non poteva essere da meno. Ho scelto un meraviglioso Cremant d’Alsace del 2014 da abbinare al piatto, il che si è rivelato perfetto: perlage elegante non invasivo e un gusto meraviglioso.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.